La Confraternita del Bacalà

UN SODALIZIO IN DIFESA DELLA BUONA CUCINA VICENTINA

La Confraternita del Bacalà alla Vicentina nata con lo scopo di salvaguardare e diffondere l’antica ed originale ricetta del “Bacalà alla Vicentina” che vanta oltre 400 anni, ha assolto con successo, nella sua vita trentennale, il suo compito con un’intensa attività organizzativa, filantropica e culturale. E’ presente, con costante e significativa frequenza sui giornali quotidiani, riviste, periodici, pubblicazioni e in varie trasmissioni televisive italiane e straniere, con conferenze e presentazioni di libri. Offre supporto a manifestazioni sportive e ad Enti ed Associazioni di volontariato e a quelli che operano nell’enogastronomia e nel turismo, con l’instaurazione di positivi rapporti con altre Confraternite italiane e straniere, Enti fieristici, Biblioteche, Università ed Istituti e Scuole alberghiere. E’ presente con il proprio sito INTERNET, con la creazione dei Bacalà Club per gli appassionati del piatto, con il coordinamento dei Ristoranti che propongono la ricetta tradizionale nel mese di Settembre di ogni anno e la Festa del Bacalà alla Vicentina di Sandrigo (Vicenza) che vede la partecipazione di 50.000 persone.

Nel tempo la Confraternita ed il “Bacalà alla Vicentina” sono stati conosciuti in tutta Italia, in vari Paesi europei, in Canada, negli U.S.A., in Argentina, in Brasile, in Sud Africa, in Australia e sono stati ospiti ad eventi significativi. Tra questi: i Festival anseatici di Lubecca e Bergen, il G8 dell’Agricoltura nel 2009, l’ EXPO 2015 di Milano, il carnevale -la vogalonga- il corteo della regata storica di Venezia, il Festival Biblico di Vicenza, le tappe venete del Giro d’Italia e della Mille Miglia, l’incontro con Re Harald V di Norvegia durante la sua visita ufficiale in Italia e gli incontri con i parlamentari al Senato e con il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

Dopo il riconoscimento del “Bacalà alla Vicentina” fra i “cinque alimenti della tradizione italiana” nel circuito EuroFIR (European Food Information Resource) dell’ Unione Europea – l’inserimento nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari ai sensi dell’Art. 8 del Decreto Legislativo 30 aprile 1998 n.173 che dal 2008 sono considerati “Espressione del patrimonio Culturale Italiano – , l’aver ripercorso  con un veliero via mare (4500 miglia) e con una  FIAT 500 gialla (e 3 Camper) via terra (6000 Km) il viaggio che il nobile mercante veneziano Pietro Querini fece nel 1431-1432   toccando 16 Paesi  e 30 città europei e battezzato “VIA QUERINISSIMA”,  più recentemente la Confraternita è stata iscritta nel Registro Regionale Veneto delle Associazioni enogastronomiche riconosciute a’ sensi della Legge Regionale n° 12 del 10 Maggio 2017 ed ha ottenuto l’emissione di un FRANCOBOLLO ordinario dedicato al “Bacalà alla Vicentina” primo e finora unico francobollo dedicato ad una ricetta nella storia delle emissioni filateliche di Poste Italiane.

Un’attività imponente, ricca di risultati e soddisfazioni, tenuto conto dei mezzi limitati a disposizione e del fatto che tutto si basa sul volontariato, sulla passione e l’ impegno dei Soci che lavorano per l’affermazione di valori che non sono solo economici ed enogastronomici, ma culturali e sociali.

STORIA DELLA VENERABILE CONFRATERNITA

Nel 1987 nasce a Sandrigo (Vicenza) la “Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina su iniziativa dell’avv. Michele Benetazzo che, in un momento di recessione della secolare tradizione del celebre piatto vicentino, ha l’idea di costituire un qualificato cenacolo di personaggi vicentini e non. Un sodalizio che “non sia soltanto dedito a riunioni conviviali, ma proteso a difendere la buona cucina locale”. Vengono indicati anche alcuni obiettivi primari da raggiungere, come la stesura della ricetta per la preparazione del Bacalà alla Vicentina, dare attestati ai ristoratori che si impegnino a servire con continuità il tipico piatto locale, allacciare rapporti con altre regioni italiane che hanno tradizioni culinarie legate allo stoccafisso, invitare esperti del settore nutrizionale per approfondire ricerche sulle antiche ricette del baccalà, oltre che sulle origini della pesca e del commercio del merluzzo nei secoli.

La sede della Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina, è in Via Ippodromo n. 9  a Sandrigo (VI) con la Pro Loco.